PARROCCHIA SAN GIUSEPPE SCALEA

 

Home
Parroco
Pensieri
Celebrazioni
Catechesi
Documenti
Liturgia e Coro
Caritas
C.Neocatecumenali
Oratorio
Azione Cattolica
Scout Scalea1
Vita di Comunità
Consiglio Pastorale
Consiglio A. Economici
Cronistoria
Foto

   

 

(Ulteriori informazioni al Link Vita di Comunità)

In Parrocchia sono iniziati i lavori per il Campetto polivalente ed è stata  acquisita la proprietà di tutta la Casa Canonica

 

 

 

Tutto ha inizio con la contemplazione del fare di Dio, se si vuole costruire, occorre guardare al Suo metodo di lavoro e ai valori che Lui si sforza di trasmettere. Così il sapienziale ci ricorda al centro di ogni pensiero di ogni cosa ci deve essere Dio, è Lui che ha cura di ogni cosa, è Lui a operare con giustizia verso tutti. Dio manifesta la Sua forza mediante la misericordia con la quale si accompagna alla nostra infedeltà.

Forse è uno degli atteggiamenti che facciamo più fatica ad incarnare, anche perché siamo fragile e spiritualmente deboli si ha sempre paura che l'altro prevarichi e allora ci si chiude invece di aprirsi agli altri, vengono guardati con paura.

In Dio non è così: Padrone della forza tu giudichi con mitezza e ci governi con molta indulgenza ... Hai insegnato al tuo popolo che il giusto deve amare gli uomini ... e che, dopo i peccati, tu concedi il pentimento. In questo si configura la crescita spirituale, orientare all'agire di Dio la nostre vita e le azioni che compiamo devono rendere presente il suo amore per tutti.

Gesù continua a chiederci di comprendere il significato della sua venuta in mezzo a noi con le Parabole del Regno, un parlare velato che chiede di essere riflettuto e interiorizzato nella sua complessità, non sempre ci si riesce ma solo perché non dedichiamo molto tempo alla loro comprensione. Possiamo dire che questa domenica siamo incoraggiati a riflettere su come deve agire il cristiano. Intanto ci viene riproposta la centralità di Dio per la presenza del Regno: E' simile ad un uomo che ha seminato del buon seme nel suo campo. Un po' riecheggia il ritornello del testo del Genesi, quando ci ricorda che tutto quando Dio aveva creato era cosa molto buona.

Ma Gesù crea un movimento innovativo e introduce alla comprensione di un altro protagonista, che pure opera nel tempo del Regno: Venne il suo nemico, seminò della zizzania in mezzo al grano e se ne andò. Per realizzare tutto questo, in modo indisturbato, Gesù ricorda che questo accade: mentre tutti dormivano. E' inutile dire che questi tutti siamo noi, ed effettivamente spesso siamo dormienti. Anche per questo il nemico opera agevolmente nel Regno di Dio. Questi tutti possono essere i genitori che si rendono conto in ritardo delle devianze dei figli, può essere il parroco che non si accorge della dispersione del gregge a lui affidato, può essere ogni educatore che non vive attentamente la sua missione di far crescere in modo ordinato coloro che guardano a lui con fiducia.

Ma la cosa più negativa, che la parabola vuole mettere in risalto è la presunzione di poter rimediare in qualche modo alla distrazione iniziale: Signore non ha seminato del buon seme nel tuo campo ... vuoi che andiamo a raccogliere la zizzania? E' una cosa che Gesù stronca immediatamente, quando si sbaglia o non si è attenti,  occorre accettare le devianze che vengono generate, altrimenti il rischio che si corre è che possa determinarsi un male peggiore che poi è quello di distruggere ogni cosa.

C'è un'altra verità che la parabola trasmette ed è questa: nel Regno di Dio il bene e il male camminano insieme fino alla fine dei tempi, non ci si deve illudere che il male si riesca a debellare. Questa affermazione di Gesù è orientata a rimuovere dalla nostra vita ogni pensiero o azione orientati ad esprimere giudizio sugli altri, mentre incoraggia a riflettere sulle nostre azioni. Ci ricorda anche, narrando la parabola del granello di senape e del lievito, di non scoraggiarci mai l'opera è di Dio, dalle cose piccolissime riesce a dar significato alle cose grandi.

Quello che è importante è essere e vivere per come siamo realmente e non per come si vorrebbe apparire agli occhi degli altri. Insomma è l'umiltà dell'essere al servizio di Dio a dare significato all'opera di Dio attraverso di noi.

Ancora una volta l'Apostolo ci chiede di non trascurare il protagonista centrale dell'opera di Dio che è lo Spirito Santo: lo Spirito viene in aiuto alla nostra debolezza ... lo Spirito stesso intercede per noi con gemiti inesprimibili ... colui che scruta i cuori sa che cosa desidera lo Spirito. Dobbiamo aprire il cuore e la mente,  affidarci al dono di Dio, solo in questo modo siamo certi che Dio opera attraverso la nostra fragilità e ci dona di vincere le paure di fallimento, che alcune volte rendono vacillanti i nostri buoni propositi.

Nello sforzo della contemplazione ci apriamo al dono della Grazia di Dio che ogni Domenica vuole manifestare e con il salmista anche noi esclamiamo: Tu sei buono, Signore e ci perdoni, sei pieno di misericordia con chi ti invoca ... Dio misericordioso e pietoso, lento all'ira e ricco di amore e di fedeltà.

   

 

Avvisi

Domenica 27 luglio alle ore 21,30 in C.da Sant'Angelo al Sea Breeze con i Vasco Casa e Chiesa a sostegno del Campetto della Rinascita

Lunedì 28 luglio alle ore 21,00 incontro con il Consiglio per gli Affari economici Ordine del giorno situazione di bilancio e acquisto della casa canonica

 

da Lunedì 15 a Giovedì 18 Settembre

PELLEGI parrocchiale  a Loreto, Venezia, Padova, Verona, Ravenna,

8/15 Novembre Terra Santa

Quota complessiva € 1.230,00

I Programmi sono al Link Vita di Comunità

 

 

Celebrazioni Festive

SABATO SERA

19,00

21,00 Rito Cammino Neocatecumenale

 

DOMENICA

  8,30 Santa Messa

10,00  Santa Messa

19,00 Santa Messa

21,00 Santa Messa Pro Populo Dei

 
Celebrazioni Feriali
  8,30 Santa Messa
  19,00 Santa Messa

 

 Ogni Giovedì con inizio alle ore 21,00 Adorazione Eucaristica

 

Il Santo Rosario viene celebrato comunitariamente prima della Santa Messa

 

Il Sacerdote è disponibile per il Sacramento della Riconciliazione  prima e dopo la Celebrazione dell’Eucaristia

 

Via Luigi Sturzo, 54 - 87029 Scalea - Cs 

tel/fax 0985/920078

Hit Counter